Geek Cookies. the Dark Side of the Geek.

Ep 22 - Opendata con Alessio Biancalana alias drblaster

Qui si é spesso di acquisire dati, archiviarli e visualizzarli. Oggi si parla di cosa sono gli opendata, da dove vengono e cosa farne insieme a un gradito ospite: Alessio Biancalana alias Dottorblaster su twitter .

Questo episodio non sarebbe mai arrivato a voi senza il fantastico supporto dell’ottimo Alex, che già solo realizzando Podcleaner ha migliorato la vita di tutti i Podcaster del mondo ed oltre. Un grazie di cuore! Se qualcuno di voi si cimenta in produzione audio contattate Alex e provate Podcleaner, non può che farvi bene!

Alessio ha scritto un post sulla sua partecipazione, lo trovate sul suo blog ‘Grab The Blaster’ a questo inrdirizzo ‘Geek Cookies, episodio 22 – Open Data et al.’.

Opendata è essenzialmente il concetto che alcuni dati siano liberamente disponibili per tutti per riutilizzo e per poterli ripubblicare come si vuole, senza restrizioni da copyright, brevetti o altri meccanismi di controllo.

Gli obiettivi del movimento opendata sono simili a quelli di altri movimenti “aperti”, come l’open source, open hardware, contenuti aperti, e il libero accesso.

La filosofia alla base di Opendata esiste già da tempo (per esempio nella tradizione scientifica), ma il termine “open data” è recente, ha guadagnato popolarità con l’avvento di Internet e del World Wide Web e, soprattutto, con il lancio di iniziative del governo open, come data.gov (US) e data.gov.uk (UK), www.dati.gov.it (IT).

Secondo il California Open Data Handbook i dati devono essere sia “tecnicamente aperti” e “legalmente aperti” :

Tecnicamente aperti: disponibili in un formato standard leggibile dalla macchine, il che significa che possono essere recuperate e elaborato da ogni un’applicazione informatica.

Legalmente aperti: esplicitamente licenziati in un modo da consentire l’uso commerciale e/o non commerciale e riutilizzo senza restrizioni.

In Italia ha una connotazione duplice: da una parte il popolo (gli hacker o civic hacker), dall’altra la politica (che cerca di adottare la cosa con risultati misti, dovuti un’interpretazione diversa e una certa inerzia).

I Cazzilli di Luglio

Partecipate e commentate sul nostro forum geektalks.


La sigla di apertura e chiusura é la canzone Sad Robot, tratta dall’album 8-bit lagerfeuer dei Pornophonique, disponibile sotto CreativeCommons by-nc-sa 2.0 su Jamendo.

L’episodio è scaricabile come .mp3 (63MB), .ogg (57MB), .torrent (4.1KB) o ascoltabile qui sotto con ogni browser compatibile con HTML5 (html5test.com).